Comunicato “Non dimentichiamo bambini e ragazzi”

AGESCI Liguria, insieme ad altre realtà ha sottoscritto il seguente appello:

Da sempre ci occupiamo di bambini ed adolescenti, li assistiamo, li proteggiamo, li aiutiamo a crescere ed ad entrare nel mondo dei “grandi”, insieme agli altri agenti educativi che si occupano di loro: famiglia e scuola in primis.
Ma da qualche mese, il mondo degli adulti sembra spaesato, li considera solo in quanto studenti, e fatica a pensare ai ragazzi, a trovare risposte ai loro bisogni, e ai loro problemi, garantendo i loro diritti.
Ma noi, che con i minori e le loro famiglie, abbiamo mantenuto i rapporti in questi lunghi mesi, siamo invece profondamente convinti che ci sia bisogno oggi di una attenzione particolare e maggiore.

La costrizione della quarantena colpisce in modo più forte persone che stanno formando la loro identità, il loro carattere, le loro competenze sociali, affettive, cognitive, relazionali.
Il futuro appare oggi incerto a tutti, ma atterrisce ancora di più chi questo futuro lo sta costruendo e ha bisogno di ottimismo, speranza e motivazione.
Crediamo che a questi bisogni vadano date attenzione e risposte.

Da parte nostra siamo disponibili a mettere risorse, inventiva, studio ed impegno per trovare forme nuove e compatibili col contenimento del virus.
Chiediamo attenzione ed indicazioni chiare, precise e realizzabili.
Ma bisogna farlo presto. Anzi, subito!
Dobbiamo fornire delle risposte che vadano oltre la garanzia della continuità della didattica, in tutte le forme possibili – negli spazi virtuali e negli spazi fisici.
L’avvicinarsi della stagione estiva può rappresentare un’occasione per riprendere e coltivare relazioni e opportunità educative, sfruttando gli spazi aperti per farlo in sicurezza.
Dalle istituzioni arrivano però indicazioni contraddittorie: l’ISS dichiara “dimentichiamoci campi estivi e oratori” il ministero per la famiglia dice che “il supporto che arriverà dal terzo settore sarà fondamentale”.
Gli spazi aperti offrono opportunità importanti per progettare incontri e socialità in sicurezza.
Noi siamo pronti a fare la nostra parte, ma chiediamo alle istituzioni di ricordarsi che nemmeno noi possiamo improvvisare.
Abbiamo bisogno di indicazioni univoche, attenzione e supporto da tutti i livelli istituzionali
Non dimentichiamo bambini e ragazzi, e mettiamo chi si prende cura di loro in grado di lavorare al meglio.

Primi firmatari:
Agesci Liguria
Arci Genova
circolo Vega
CNGEI Genova
Confcooperative – Federsolidarietà Liguria
Legacoopsociali

1 Reply to "Comunicato "Non dimentichiamo bambini e ragazzi""

  • comment-avatar
    Simona 1 Maggio 2020 (18:03)

    I giovani.., sole e tempesta del domani

Leave a reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I commenti sono moderati.
La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
La moderazione non è immediata.